DETERMINA Presidenziale n.7 del 23 marzo 2020

DETERMINA Presidenziale n.7 del 23 marzo 2020

Determina presidenziale n. 7 del 23 marzo 2020

IL PRESIDENTE DEL CONSORZIO PLEMMIRIO

-Considerato che l’Organizzazione mondiale della sanità il 30 gennaio 2020 ha dichiarato l’epidemia da COVID-19 un’emergenza di sanità pubblica di rilevanza internazionale;
– Considerato tutta la normativa in atto recante “urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”
-Considerati l’evolversi della situazione epidemiologica, il carattere particolarmente diffusivo dell’epidemia e l’incremento dei casi sul territorio nazionale;
-Considerato, le misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19 sono estese all’intero territorio nazionale;
– Viste le disposizioni interne agli uffici del Consorzio Plemmirio riguardanti la gestione del lavoro;
-Visto il Dpcm 11 marzo 2020 riportante “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”, applicabili sull’intero territorio nazionale (G.U. Serie Generale n. 64 del 11/03/2020);
– Visto il protocollo di sicurezza nei luoghi di lavoro per la tutela della salute dei lavoratori, con specifico riferimento all’emergenza sanitaria in atto, siglato tra governo e parti sociali in data 14 marzo 2020;
-Visto il Decreto-Legge 17 marzo 2020, n. 18 – Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19. (20G00034) (GU Serie Generale n.70 del 17-03-2020);
-Vista l’Ordinanza contingibile e urgente della Regione Sicilia n°6 del 19.03.2020 che introduce “Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19”.
-Vista l’ordinanza del Ministero della Salute del 20 marzo 2020 in cui vengono inserite ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale. (20A01797) (GU Serie Generale n.73 del 20-03-2020);
-Vista l’Ordinanza del Ministro della Salute e del Ministro dell’Interno 22 marzo 2020 che introduce “Ulteriori misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale”;
-Visto il Dpcm 22 marzo 2020 riportante “ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale.
– Visto che il datore di lavoro è responsabile della sicurezza e per lo svolgimento dell’attività lavorativa deve tutelare l’integrità fisica nonché la personalità morale del lavoratore stesso.
Per quanto sopra riportato, tenuto conto della necessità di garantire l’efficienza delle azioni amministrative e gli adempimenti connessi ed inderogabili relative all’Ente gestore dell’AMP del Plemmirio, garantendo allo stesso tempo adeguate condizioni igienico sanitarie degli uffici e limitando la presenza del personale in

ragione della gestione dell’emergenza, al fine di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19 e preservare la sicurezza e la salute dei lavoratori all’interno degli del Consorzio Plemmirio, in considerazione del livello di esposizione al rischio di contagio da COVID-19 connesso allo svolgimento dei compiti istituzionali e nel rispetto delle preminenti esigenze di funzionalità dell’ amministrazione, si dispone, con effetto immediato e fino alla cessazione dello stato di emergenza di emergenza deliberato dal Consiglio dei Ministri il 31 gennaio 2020, il ricorso alle seguenti ULTERIORI MISURE:
Presenza personale presso gli Uffici:
All’interno uffici si prevede la presenza di un numero massimo di 3(tre) lavoratori, che assicurino:  Apertura/chiusura degli uffici;
 Gestione del protocollo in entrata ed in uscita;
 Controllo efficienza sistema di video sorveglianza e verifica attività in AMP giorno precedente;  Attività ricerca scientifica;
 Presenza di n. 1 Responsabile servizi con potere di firma, a secondo dell’esigenza contingente. Nel dettaglio:
 n. 1 lavoratore Cooperativa Alfeo servizi per Apertura/chiusura degli uffici, gestione del protocollo in entrata ed in uscita, controllo efficienza sistema di video sorveglianza;
 n. 1 lavoratore di Enti differenti che si occupano di ricerca scientifica. Eventuale necessità di condivisione delle attività svolte in modalità lavoro agile, è autorizzata la presenza simultanea all’interno degli uffici mantenendo attivi i protocolli di sicurezza quali areare l’ambiente, assicurare il metro di distanza interpersonale con l’obbligo dell’uso delle mascherine e guanti;
 n. 1 Responsabile servizi con potere di firma.
Lavoro Agile
Fino alla cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-2019, ovvero fino ad una data antecedente stabilita con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri su proposta del Ministro per la pubblica amministrazione, il lavoro agile è la modalità ordinaria di svolgimento della prestazione lavorativa.
Svolgeranno prestazione lavorativa in modalità ordinaria in lavoro agile:  Ufficio permessi
 Ufficio Personale
 Ufficio Amministrativo
 Attività di video sorveglianza
 Ufficio Amministratore di Sistema
 Ufficio Comunicazione
 Ufficio attività a mare e Servizio Scientifico  Ufficio Tecnico, logistico e Sicurezza
Modalità:
 La prestazione lavorativa viene eseguita entro i soli limiti di durata massima dell’orario di lavoro
giornaliero e settimanale, derivanti dalla legge e dalla contrattazione collettiva.

 Il lavoratore è tenuto a compilare scheda performance del lavoro svolta fuori dai locali aziendali ed inviarli all’ufficio personale (email: fausto.zappulla@plemmirio.it), a conclusione giornata lavorativa.
 Il lavoratore deve assicurare il contatto telefonico durante l’orario lavorativo indicato, anche attraverso forme social già largamente utilizzate.
 Il lavoratore deve garantire la immediata reperibilità in ufficio nel caso di adempimenti urgenti ed improrogabili.
 A fronte della indisponibilità o insufficienza di dotazioni informatica da parte dell’amministrazione, il dipendente renda disponibile ad utilizzare i propri dispositivi, garantendo in ogni caso adeguati livelli di sicurezza e protezione della rete secondo le esigenze e le modalità definite dalla presente amministrazione.
 Restano ferme le garanzie di tutela dei lavoratori contro l’infortunio sul lavoro e le malattie professionali dipendenti dai rischi connessi alla prestazione lavorativa resa all’esterno dei locali aziendali già disposte.
 Per l’attuazione degli adempimenti previsti in materia di salute e sicurezza, anche con riferimento al lavoro agile, il lavoratore si impegna a garantire postazioni lavorative idonee, mediante la scelta di attrezzature e componenti in adempimento dell’art. 22 del D.lgs. 81/2008. Il luogo scelto per lavorare dovrà essere confortevole dal punto di vista della temperatura, umidità e ricambio d’aria adeguati con una corretta illuminazione preferibilmente naturale, evitare sbalzi termici, evitare i riflessi sul monitor. Inoltre, dovrà adottare comportamenti adeguati rispetto alla mansione lavorativa da compiere in modalità agile, rispettare procedure e istruzioni (es. evitare il disordine e le distrazioni, fare le pause dall’uso del PC, non camminare guardando lo smartphone, adottare una postura corretta, non dondolarsi sulla sedia ecc.).
Rimangono attive le seguenti disposizioni, con le seguenti modifiche:
 Gli uffici rimangono aperti dalle ore 7.30 alle 14.00;
 I rientri pomeridiani sono sospesi, l’attività lavorativa verrà svolta in modalità lavoro agile;
 È sospesa l’apertura degli uffici al pubblico;
 Sono sospese le autorizzazioni alla pesca sportiva;
I permessi pesca professionale possono essere richiesti esclusivamente via e-mail all’indirizzo di
posta elettronica salvatore.castellino@plemmirio.it. Il permesso verrà rilasciato in formato .pdf
inviato mediante posta elettronica, a seguito di accertato avvenuto pagamento;
Non sono consentite le riunioni in presenza (sono ammesse solo quelle con carattere d’urgenza esclusivamente con un numero ridotto di persone, in ambiente areato e assicurato il metro di distanza
interpersonale con l’obbligo dell’uso delle mascherine e guanti);
 Sono sospese tutte le riunioni e i tavoli tecnici;
Si promuove lo svolgimento di riunioni con modalità di collegamento tramite skype o video
chiamata;
 Si favorisce orari di ingresso/uscita scaglionati in modo da evitare il più possibile contatti nelle zone
comuni;

 Si favoriscono i lavoratori dipendenti nell’usufruire dei periodi di congedo ordinario e di ferie;
Si assicura la pulizia giornaliera di tutte le superfici di contatto comprese tastiere, schermi touch,
mouse, scrivanie, telefoni e distributori di bevande e snack;
Si attua la pulizia ordinaria degli uffici mediante l’utilizzo di prodotti disinfettanti idonei e attenta
sanificazione di tutti gli ambienti lavorativi;
 È obbligatorio che le persone presenti in ufficio adottino tutte le precauzioni igieniche, in particolare
per le mani. L’azienda mette a disposizione idonei mezzi detergenti. Nel caso di mancata fornitura da parte del Consorzio per difficoltà di approvvigionamento, ogni lavoratore dovrà provvedere personalmente e comunque evitare contatti e mantenere la distanza interpersonale di un metro;
Ogni lavoratore deve assicurare la frequente aerazione del proprio ufficio e le aree comuni vanno areate durante l’orario lavorativo da parte del personale addetto al servizio di assistenza;
 È fatto obbligo per ogni lavoratore di rimanere al proprio domicilio in presenza di febbre (oltre 37.5) o altri sintomi influenzali e di chiamare il proprio medico di famiglia e l’autorità sanitari;
 Nel caso in cui una persona presente in azienda sviluppi febbre e sintomi di infezione respiratoria come la tosse, lo deve dichiarare immediatamente all’ufficio del personale, si dovrà procedere al suo isolamento e a quello degli altri presenti dai locali. L’azienda avverte immediatamente le autorità sanitarie competenti e i numeri di emergenza per il Covid-19 forniti dalla Regione o dal ministero della Salute. L’azienda inoltre collabora per la definizione degli eventuali contatti stretti.
Le ulteriori misure riportate nel presente documento sostituiscono le precedenti già indicate con determina presidenziale n. 5 del 16 marzo 2020, fatto salvo:
Tutte le disposizioni riportate nel “Decalogo aziendale al fine di contenere il diffondersi del contagio da Corona Virus – Covid-19” – nota n. 198 del 09.03.2020;
Tutte le disposizioni relative al Protocollo Per La Sicurezza nelle Aziende siglato tra governo e parti sociali in data 14 Marzo 2020.
Le disposizioni della presente determina producono effetto dalla data del 23 marzo 2020 e sono efficaci fino alla fine dell’emergenza, che sarà comunicata dagli organi ufficiali del governo.
Il Presidente Patrizia Maiorca

Translate »