La sede dell’Area Marina Protetta del Plemmirio è tra le più belle d’Italia. Dal 2012 è ospitata nel suggestivo comprensorio del Castello Maniace, cuore pulsante di  Ortigia, centro storico di Siracusa. Una location privilegiata, dove si stagliano insieme tra terra e mare, in un connubio straordinario, i resti di una storia millenaria e l’indiscutibile bellezza del paesaggio. In tutto, 3.500 metri quadri adagiati sul Lungomare di Levante, comprendente due corpi fabbrica costruiti in periodi diversi a partire dal XVIII secolo e oggi resi moderni e funzionali attraverso una attenta ristrutturazione dei locali nel pieno rispetto dei luoghi. Qui sono dislocati tutti gli uffici del Consorzio Plemmirio, la sala conferenze multimediale “Ferruzza-Romano” della capacità di 99 posti a sedere, un attrezzato laboratorio e l’attiguo Molo didattico per le attività di educazione ambientale. Fiore all’occhiello, la presenza di un sistema di videosorveglianza composto da monitor  e telecamere dislocate su tutto il perimetro dell’oasi marina, autoalimentate ad energia eolica e fotovoltaica e collegate alla Capitaneria di Porto di Siracusa per un costante monitoraggio del territorio.

LA SEDE DEL CONSORZIO PLEMMIRIO
In data 26.02.2013 l’Agenzia del Demanio – Direzione Regionale Sicilia, ha consegnato in uso governativo al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare l’immobile denominato ex Caserma Abela, al fine di adibirla a Sede degli uffici delegati alla gestione dell’Area Marina Protetta del Plemmirio. Il Ministero ha affidato l’immobile al Consorzio Plemmirio di Siracusa, istituito appositamente per la gestione della Riserva. Dal 2013 il Consorzio Plemmirio ha stabilito la propria Sede legale all’interno del sito monumentale nel suggestivo comprensorio del Castello Maniace, cuore pulsante di Ortigia, centro storico di Siracusa. Una location privilegiata, dove si stagliano insieme tra terra e mare, in un connubio straordinario, i resti di una storia millenaria e l’indiscutibile bellezza del paesaggio. In tutto, 3.500 metri quadri adagiati sul Lungomare di Levante, comprendente corpi fabbrica costruiti in periodi diversi a partire dal XVIII secolo e oggi resi moderni e funzionali attraverso una attenta ristrutturazione dei locali nel pieno rispetto dei luoghi. Qui sono dislocati tutti gli uffici del Consorzio Plemmirio, la sala conferenze multimediale “Ferruzza-Romano” dalla capacità di 99 posti a sedere, un attrezzato laboratorio e l’attiguo Molo didattico per le attività di educazione ambientale. Fiore all’occhiello, la presenza di un sistema di videosorveglianza composto da monitor e telecamere dislocate su tutto il perimetro dell’oasi marina, autoalimentate ad energia eolica e fotovoltaica e collegate alla Capitaneria di Porto di Siracusa per un costante monitoraggio del territorio.
La sede dell’Area Marina Protetta del Plemmirio oggi è tra Sedi istituzionali più belle d’Italia.

THE HEAD OFFICES OF THE PLEMMIRIO CONSORTIUM
On 26.02.2013, the State Property Agency – Sicilian Regional Directorate, assigned the property referred to as ex-Caserma Abela to the Ministry for the Environment, Land and Sea Protection, to be used as the venue for the offices of the management of the Marine Protected Area of Plemmirio. The Ministry entrusted the building to the Plemmirio Consortium of Siracusa, which was established for the management of the Marine Area. Since 2013 the Plemmirio Consortium has had its legal office within the grounds of the monumental site of Castello Maniace, the beating heart of Ortigia, historical centre of Siracusa. This is a unique location, where land and sea meet the traces of millennia of history and the unquestionable beauty of the landscape in an extraordinary combination. A total of 3.500 square meters resting on the eastern seafront of Ortigia encompasses buildings built in different periods starting from the XVIII century, and which today have been made modern and functional thanks to a careful restoration in full respect of the location. This is where the offices of the Plemmirio Consortium are located, as well as the multimedia conference room “Ferruzza-Romano”, with its 99 seats, a well-equipped laboratory and the adjacent teaching room for environmental education activities. The flagship is the presence of a video surveillance system composed of monitors and cameras located around the perimeter of the marine oasis, powered by wind and photovoltaic energy and connected to the Port of Siracusa for the constant monitoring of the territory.
The headquarters of the Marine Protected Area of Plemmirio today are among the most beautiful institutional sites in Italy.

AFFACCIO  “ENZO MAIORCA” – Il Signore degli Abissi
L’obiettivo del progetto è stato quello di rendere questo angolo di Ortigia, luogo di osservazione, volto alla visione dell’isola di Ortigia a Nord, del Castello Maniace a Sud e del sorgere del sole ad Est, e contemporaneamente luogo in cui evocare la figura di un uomo, che ha condiviso con il Mare tutta la sua vita, simbolo della città e uomo di altissimo spessore morale e sportivo. Un luogo in cui godere appieno le “emozioni del mare, della terra, della storia”

Lookout spot: “Enzo MAIORCA – Lord of the Deep Seas
The aim of the project has been to transform this corner of Ortigia into a spot for observation, facing the island of Ortigia to the North, Castello Maniace to the South, and the rising of the sun in the East, and at the same time, to commemorate the man who shared his whole life with the Sea, a symbol of the city and a man of the highest moral and sporting attainments.
A place to fully enjoy the “emotions of the sea, the earth, and history”.

Il sito è di proprietà del Demanio dello Stato concesso ad uso governativo al Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare per la gestione dell’Area Marina Protetta del Plemmirio.
Il Sindaco di Siracusa Dott. Francesco Italia e il Consorzio Plemmirio hanno voluto dedicare la vista di uno scorcio di mare all’uomo simbolo del mare di Siracusa, Enzo Maiorca.

Progetto realizzato con fondi del Consorzio Plemmirio
Progettista e DL: Geom. Sabrina Zappalà
Ditta esecutrice: Lo Scrudato Salvatore (Cammarata – provincia di Agrigento)
Anno di realizzazione: Luglio 2019

ENZO MAIORCA, IL SIGNORE DEGLI ABISSI

“Il Mare mi ha reso l’uomo più ricco del mondo ogni volta che sott’acqua i raggi del sole coniavano infinite monete d’ oro tutto intorno a me.”
Così scrive Enzo Maiorca, campione mondiale di apnea in profondità, che dal 1960 al 1988 ha collezionato 23 records mondiali dall’iniziale di -45 metri all’ ultimo di -101.
Enzo Maiorca è nato il 21 Giugno del 1931 a Siracusa nell’ isola di Ortigia e fieramente ha portato per il mondo la grecità della sua amata Siracusa.
Esploratore del continente mare ha varcato per primo in apnea la soglia dei -50 metri contro il parere di alcuni scienziati del tempo che ne prevedevano la morte per schiacciamento della cassa toracica.
Iscritto dal CONI tra le “100 Leggende” dello sport italiano; medaglia d’oro del Presidente della Repubblica; Stella d’oro al merito sportivo; Tridente d’oro.
E’ stato eletto Senatore della Repubblica nella XII Legislatura.
Dalla Marina Militare Italiana gli è stata attribuita la medaglia d’oro al merito di Marina con la seguente motivazione:
“ Figura di spicco nello sport subacqueo, il senatore Enzo Maiorca nel corso della sua brillante carriera agonistica ha conseguito risultati eccezionali e preziosi riconoscimenti sia in patria sia all’ estero; indissolubilmente legato al mare che ama e rispetta, ha dominato la scena mondiale dell’ immersione subacquea per un trentennio, prodigandosi, inoltre, con passione e determinazione per la salvaguardia del patrimonio naturalistico marino; limpido esempio di amore per il mare inteso come ragione di vita, ha contribuito ad accrescere il prestigio e il lustro della marineria italiana in tutto il mondo.”
Enzo Maiorca ha trasmesso la sua passione alle figlie Patrizia e Rossana divenute a loro volta campionesse mondiali. Rossana prematuramente scomparsa nel 2005 è stata immortalata in una Sirena che dai fondali del Plemmirio guarda verso la superficie.
Enzo Maiorca ha sempre lottato per difendere la natura dagli scriteriati abusi degli uomini, l’ultimo suo intervento è stato in difesa della “Pillirina”, tratto di costa che si affaccia sul mare del Plemmirio, ultimo residuo di territorio incontaminato.
Enzo Maiorca è deceduto a Siracusa il 13 Novembre del 2016 e con le sue ceneri si è riunito per sempre alle amate profondità.
Grazie Enzo, Signore degli Abissi, per aver saputo ascoltare la voce del Mare.
“Dietro un orizzonte ce n’è sempre un altro. Per raggiungerli devi salpare l’ancora, issare la vela e, scotta in mano, barra del timone nell’ altra, devi mettere la barca nel filo del vento. Solo così, onda dopo onda, arriverai là dove l’uomo non crede di poter arrivare …

(ENGLISH) “The Sea made me the richest man in the world, any time the rays of sunlight shone underwater as they would create an infinite number of gold coins around me.”
Thus wrote Enzo Maiorca, world champion of deep-sea apnoea, who collected 23 world records between 1960 and 1988, starting from -45 meters and ending with -101 mt.
Enzo Maiorca was born on the 21st of June, 1931, in Siracusa, on the island of Ortigia, and he took the Greekness of his beloved Siracusa proudly into the world.
As an explorer of the marine continent, he was the first to dive in apnoea below 50 mts, going against the opinion of some scientists of the time, who thought his rib-cage would be crushed and he would be killed.
Registered by CONI as one of the “100 Legends” of Italian sport, he was awarded a Gold Medal by the President of the Republic, a Gold Star for sporting merit and a Gold Trident.
He was elected Senator of the Republic in the XII Legislature.
The Navy awarded him a gold medal for merits to the Navy, on the following grounds:
“A leading figure in underwater sport, over the course of his brilliant agonistic career, Senator Enzo Maiorca has achieved exceptional results and important accolades, both in his homeland and abroad; intrinsically bound to the sea he loves and respects, he has ruled over the global scene of scuba diving for thirty years, while also striving with passion and determination to preserve the natural marine heritage; a clear example of love for the sea seen as the reason for the existence of life, he has contributed to increasing the prestige and lustre of the Italian Navy throughout the world.”
Enzo Maiorca passed on his passion to his daughters, Patrizia and Rossana, who have also become world champions. Rossana, who died prematurely in 2005, has been immortalised as a statue of a mermaid, that looks up to the surface from the depths of the Plemmirio.
Enzo Maiorca has always fought to defend nature from the senseless abuse of men; his last intervention was to defend the “Pillirina”, the stretch of coast that overlooks the sea of Plemmirio, the last remnant of unspoilt territory around Siracusa.
Enzo Maiorca died in Siracusa on the 13th of November, 2016, and his ashes were scattered in the depths of the sea he loved so much.
Thank you, Enzo, Lord of the Deep, for having listened to the voice of the Sea.
“Beyond one horizon, there is always another one. To reach them, you have to weigh the anchor, raise the sail and, sheet in one hand, tiller in the other, set the boat to follow the gusts of wind. This is the only way, wave after wave, you will reach the place where no man believes he can arrive…”

Per la realizzazione dell’opera si ringraziano: Il Consorzio Plemmirio, il Comune di Siracusa, la Sovrintendenza ai Beni culturali e Ambientali di Siracusa, l’S.D.S. Architettura di Catania

LA SALA “FERRUZZA-ROMANO

    • La Sala “Ferruzza- Romano”, utilizzabile per conferenze, seminari, incontri a prevalente scopo didattico e formativo, può accogliere fino a 99 persone. E’ attrezzata con impianto di riscaldamento-condizionamento, sistema per la videoproiezione, sistema telecomandato di oscuramento, schermo digitale, lettore multimediale, impianto di amplificazione ed è dotato di annesso locale regia. Per richiedere la sala indirizzare le richieste a info@plemmirio.it
    • Servizi di registrazione eventi sala Ferruzza-Romano
      • Per quanti avessero la necessità di effettuare la registrazione degli eventi(Video conferenze, convegni etc) che si svolgeranno durante l’anno presso la sala Ferruzza-Romano esiste la seguente possibilità con operatori esperti (per ulteriori informazioni fare clic sull’immagine di seguito riportata)
        • registrrazioine eventi

 

 

 

 

 

  • Sono anche disponibili alla fruizione aree esterne alle Sale, purché nel rigoroso rispetto delle prescrizioni di sicurezza, nello scenario circostante il Castello Maniace.

 

 

 

IL MOLO DIDATTICO 

 

molo didattico

01_pannello-plemmirio

02_pannello-plemmirio CATENA ALIMENTARE def

03_PANNELLO vasca tattile

04_pannello-plemmirio

L’EDUCAZIONE AMBIENTALE riveste un ruolo chiave all’interno dell’Area Marina Protetta del Plemmirio, rientrando oltretutto tra le finalità istitutive dell’Ente.

L’idea del MOLO DIDATTICO nasce dalla volontà di creare una virtuosa congiunzione tra terra e mare, con l’obiettivo di far conoscere il delicato ecosistema marino, con le sue innumerevoli ricchezze, ma anche le crescenti difficoltà da affrontare per mantenerne integra la biodiversità.

Le attività all’interno del Molo Didattico destinate in special modo ai bambini della Scuola dell’infanzia, delle Elementari e Medie inferiori, sono state avviate nel 2019 e si affiancano alle iniziative per Licei e Istituti delle Medie superiori poste in essere nella vicina Sala “Ferruzza-Romano”.

Il target prescelto per l’organizzazione di visite delle scolaresche nella sede dell’Area Marina Protetta Plemmirio punta soprattutto alle nuove generazioni che è necessario sensibilizzare per innescare una inversione di rotta indirizzata alla salvaguardia del futuro del mare e delle sue creature.

Il percorso all’interno del Molo Didattico prevede naturalmente l’avvio alla conoscenza dell’Area Marina Protetta Plemmirio, del suo territorio e degli organismi che ne fanno parte.

La grande attrazione per i più piccoli (e non solo) è senza dubbio rappresentata dalla VASCA  dove è possibile osservare alghe, piante e alcuni invertebrati marini, dalle caratteristiche sorprendenti ed inaspettate che, anche se tipici dei nostri mari, sono spesso pressoché sconosciuti e suscitano entusiasmo nei visitatori.

L’obiettivo è far vedere “dal vivo” animali che si potrebbero osservare solo sotto la superficie del mare spesso con grande difficoltà.

Nella scelta delle specie da introdurre nella vasca, i biologi marini hanno tenuto conto sia della facilità del reperimento, ma soprattutto dell’assenza di vincoli ecologici per la cattura oltre che della capacità di sopravvivenza ed adattabilità in un ambiente artificiale.

Gli animali presenti in vasca sono spesso frutto di catture accidentali da parte dei pescatori e, in ogni caso, dopo un periodo di tempo, vengono nuovamente rilasciati in libertà nel mare.

 

 

L’ecologia e la biologia degli organismi viene inoltre spiegata ai piccoli visitatori nella SALA PROIEZIONI attraverso video realizzati dall’Area Marina Protetta Plemmirio, sia in mare che all’interno dello stesso acquario.

 

Gli studenti hanno pertanto modo di apprendere non solo cosa si protegge all’interno di un’oasi marina protetta, ma anche come lo si fa.

In una interazione guidata dagli operatori esperti dell’Ente, gli studenti in visita possono scoprire anche la VIDEO SORVEGLIANZA “in diretta”, attraverso le telecamere presenti su tutto il perimetro della riserva, per vedere chi frequenta il nostro mare. Vengono infatti proiettate le registrazioni degli interventi fatti dalle forze dell’ordine nei confronti dei trasgressori del regolamento.

 

 

L’altra attrazione presente nel Molo didattico è la SALA IMMERSIONI dove è possibile vivere l’esperienza di un tuffo virtuale tra i suoni del mare, cullati dal rumore delle onde e dai versi dei cetacei, per una giornata appassionante e un bagaglio di conoscenze da ricordare anche una volta tornati a casa o tra i banchi della scuola.

*Tutte le attività vengono concordate e calibrate secondo le diverse esigenze delle scolaresche e degli operatori dell’Area Marina Protetta Plemmirio. Per info scrivere a didattica@plemmirio.it

 

 

 

Data ultima modifica: 17/12/2019

Translate »