Affidato all’AMP il Sic Marino Fondali del Plemmirio

Affidato all’AMP il Sic Marino Fondali del Plemmirio

Affidato all’AMP il Sic Marino Fondali del Plemmirio

Siracusa,  3 febbraio 2017

Importante novità per l’Area Marina Protetta del Plemmirio che va ad arricchire le proprie competenze tecnico gestionali.

Con decreto DDG n. 814 del 7 novembre scorso dell’Assessorato Regionale Territorio e Ambiente, la Regione Siciliana ha affidato all’area marina protetta siracusana la gestione del Sito di Importanza Comunitaria marino denominato “Fondali del Plemmirio”, appartenente alla Rete Natura 2000.

Il Sic marino quindi coincide fisicamente con il perimetro della omonima area marina ricadendo interamente nello specchio acqueo protetto.

Con lo stesso provvedimento è stata inoltre affidata agli enti gestori delle altre Aree marine protette presenti in Sicilia, la gestione di altrettanti Sic marini siciliani.

Questo provvedimento rappresenta senz’altro un riconoscimento importante, da parte della Regione Siciliana al lavoro svolto dalle Aree marine protette, a cui viene riconosciuto un ruolo importante non solo per la conservazione degli habitat naturali ma anche per lo sviluppo costiero.

Questo decreto – afferma il Presidente del Consorzio Plemmirio Sebastiano Romano – segue in ordine di tempo la sottoscrizione avvenuta a luglio del protocollo d’intesa con il quale è stata costituita la Rete delle Aree marine protette siciliane fra il Ministero dell’Ambiente, l’Assessorato regionale Territorio e Ambiente e le sei Aree marine protette siciliane (Plemmirio, Egadi, Capo Gallo-Isola delle Femmine, Ustica, le Isole Ciclopi, le Pelagie ndr).

 Una intesa già avviata nel 2001 che però si è concretizzata grazie all’Assessore regionale al Territorio ed Ambiente, Maurizio Croce, ed al sottosegretario del Ministero dell’Ambiente, Silvia Velo. L’affidamento della gestione del Sic marino “Fondali del Plemmirio” all’ente gestore dell’Area marina protetta Plemmirio rafforza e chiarisce le competenze dello stesso>>.

 

<<L’affidamento della gestione del SIC marino della Rete Natura 2000 – spiega il direttore AMP Plemmirio Rosalba Rizza – permetterà di avere una visione unitaria in ordine ai piani di gestione del SIC e alla Valutazione di Incidenza Ambientale. Inoltre, mi piace ricordare che tutti i direttori delle Aree marine protette siciliane stanno collaborando con i funzionari Arta per predisporre le misure di conservazione dei Sic propedeutiche alla stesura dei piani di gestione>>

 

d.ssa Graziella Ambrogio
Ufficio Informazione, Divulgazione e Promozione
Area Marina Protetta del Plemmirio
Sito Internet www.plemmirio.eu
 Mail graziella.ambrogio@plemmirio.it
Translate »